Punture delle Pulci

Generalità

Le punture delle pulci preoccupano non tanto per il dolore e il prurito che causano, quanto per le potenziali malattie che questi insetti possono trasmettere.

https://nisin4.info/imgs/2018/02/10/punture-delle-pulci-orig.jpeg

Le pulci, infatti, sono ectoparassiti ematofagi temporanei, ossia particolari tipi di parassiti che vivono sulla superficie esterna dell'ospite cibandosi del suo sangue. Esse possono infestare sia i mammiferi (esseri umani inclusi) che gli uccelli e possono rappresentare il vettore di contagio di svariati microorganismi responsabili di numerose infezioni. È proprio questo il motivo per cui le punture delle pulci sono tanto temute e perché prevenire le loro infestazioni (anche a livello degli ambienti domestici) è fondamentale.

Benché le pulci infestino preferenzialmente gli animali, in questo articolo ci si occuperà principalmente delle caratteristiche e dei rischi connessi alle punture delle pulci negli esseri umani.

Caratteristiche

Quali sono le Caratteristiche delle Punture delle Pulci?

Le punture delle pulci provocano delle piccole lesioni di tipo eritemato-pomfoide che circondano il punto in cui la pulce ha morso l'ospite. Generalmente, tali lesioni - per quanto fastidiose - sono di piccole dimensioni e di modesta entità.

https://nisin4.info/imgs/2018/02/10/punture-delle-pulci-2-orig.jpeg

In alcuni casi, in particolare nei bambini, le punture delle pulci possono provocare lesioni di tipo vescicolare.

Un'interessante caratteristica delle punture delle pulci è data dalla loro particolare disposizione. Le lesioni provocate dalle punture delle pulci, infatti, rispecchiano i movimenti effettuati da questi ectoparassiti durante i loro pasti e possono apparire in gruppi di tre o quattro, oppure possono essere disposte linearmente.

Altra peculiarità delle lesioni provocate dalle punture delle pulci consiste nella scomparsa del rossore quando si esercita una pressione su di esse.

Le pulci possono attaccare l'uomo in qualsiasi parte del corpo, ma sembrano prediligere gli arti inferiori, ecco perché, nella stragrande maggioranza dei casi, le punture delle pulci sono localizzate a livello di gambe, caviglie e piedi.

Sintomi

Manifestazioni Cliniche e Sintomi delle Punture delle Pulci

Il principale sintomo indotto dalle punture delle pulci è indubbiamente il prurito cui può associarsi dolore, soprattutto in seguito a grattamento e continui sfregamenti. Talvolta, la zona interessata dalle punture delle pulci può presentare gonfiore di lieve o al massimo modesta entità. Raramente il gonfiore raggiunge gradi severi.

Infine, in individui predisposti e sensibili, la saliva di questi insetti - inevitabilmente iniettata nell'ospite durante il pasto - può causare allergie che si manifestano con l'insorgenza di dermatiti allergiche ed eritemi associati ad un intenso prurito.

Possibili Complicazioni delle Punture delle Pulci

Oltre alla potenziale trasmissione di agenti patogeni, il continuo grattare e sfregare le lesioni causate dalle punture delle pulci può portare a escoriazioni e ferite della pelle, cui possono conseguire delle infezioni.

Nota Bene

In caso di comparsa di ulteriori sintomi oltre a dolore e prurito e/o in caso di formazione di pus in corrispondenza delle lesioni provocate dalle punture delle pulci, è necessario contattare immediatamente il medico. Questo perché la comparsa di sintomi "anomali" e la formazione di pus potrebbero essere chiari segni di una possibile infezione in atto.

Punture delle Pulci negli Animali

I sintomi delle punture delle pulci negli animali sono simili a quelli descritti per l'uomo. Le punture stesse e le lesioni che ne derivano, infatti, possono causare all'animale dolore e soprattutto prurito molto intenso. A causa di quest'ultimo sintomo, l'animale è portato a grattarsi continuamente con il rischio di ledere la pelle e favorire eventuali sovrainfezioni.

Inoltre, anche negli animali sensibili vi è la possibilità di sviluppare reazioni allergiche (dermatite da allergia alle pulci o DAP).

Patogeni Trasmessi

Quali Agenti Patogeni si possono Trasmettere attraverso le Punture delle Pulci?

Come accennato, ciò che preoccupa maggiormente delle punture delle pulci sono i potenziali patogeni (batteri, virus e parassiti) che possono essere trasmessi. Di seguito, perciò, verranno elencati alcuni dei principali microorganismi - responsabili di causare malattie negli esseri umani - che si possono trasmettere attraverso le punture delle pulci.

Yersinia pestis

Questo batterio colpisce i roditori e viene trasmesso, di conseguenza, alle pulci che si cibano del loro sangue. Il battere può poi essere trasmesso dalle pulci ad altri roditori o anche all'essere umano, provocando la peste. Fortunatamente, in Italia, questa malattia è stata ormai debellata. Ad ogni modo, il suddetto battere può essere trasmesso dalle punture delle pulci del ratto (Xenopsylla cheopis) e dell'uomo (Pulex irritans).

Rickettsia typhi

La Rickettsia typhi è il battere responsabile dell'insorgenza del tifo murino. Il patogeno viene solitamente trasmesso all'uomo dalle punture delle pulci del ratto (Xenopsylla cheopis).

Francisella tularensis

È il battere responsabile della tularemia, meglio nota come "febbre dei conigli". Generalmente, viene trasmessa dalle punture delle pulci appartenenti al genere Spilopsyllus specie cuniculi che infestano, appunto, i conigli.

Bartonella henselae

Questo battere dà origine alla cosiddetta malattia da graffio di gatto, perché solitamente trasmessa tramite graffi o morsi di gatti domestici o randagi. Tuttavia, anche le pulci possono essere vettori di contagio per questo microorganismo, sia da gatto a gatto che da gatto ad essere umano.

Parassiti

Le pulci sono anche vettori di parassiti, fra cui ritroviamo quelli appartenenti al genere Hymenolepsis e Dipylidium (in particolare, Dipylidium caninum o tenia del cane). Si tratta di platelminti che provocano parassitosi intestinali e, solitamente sono trasmesse dalle pulci del gatto e del cane (rispettivamente, Ctenocephalides felis e C. canis) e dalle pulci del ratto (Xenopsylla cheopis). Tuttavia, questi parassiti non vengono trasmessi dalle punture delle pulci, ma attraverso la loro ingestione.

Una simile trasmissione, nelle adeguate condizioni igieniche, difficilmente può avvenire nell'uomo che per introdurre il parassita nel proprio intestino dovrebbe mangiare involontariamente insetti da esso infestati.

Pertanto, la trasmissione di questi platelminti è molto più probabile in cani, gatti o altri animali che tendono a mordersi e a leccarsi il pelo per pulirsi o per trarre sollievo dalle punture delle pulci.

Cure e Trattamenti

Cure e Trattamenti contro le Punture delle Pulci

Le punture delle pulci provocano lesioni dolorose e pruriginose che, tuttavia, nella gran parte dei casi tendono ad autolimitarsi scomparendo nell'arco di periodi relativamente brevi. Eventualmente, per ottenere sollievo, è possibile fare impacchi di ghiaccio sulle lesioni.

Tuttavia, se i pomfi o le vescicole derivanti dalle punture delle pulci sono particolarmente fastidiose, il medico potrebbe decidere di prescrivere la somministrazione di antinfiammatori steroidei per uso topico, come ad esempio pomate a base di idrocortisone (Foille Insetti®).

In caso di reazioni allergiche, invece, il medico può prescrivere la somministrazione di antistaminici ad uso topico, come, ad esempio, il dimetindene (Fenistil gel®) o la difenidramina (Allergan®).

Cure e Trattamenti contro le Infezioni Trasmesse dalle Punture delle Pulci

Fortunatamente, la contrazione d'infezioni in seguito alle punture delle pulci sembra non essere un fenomeno particolarmente diffuso in Italia, anche se un simile avvenimento non può essere del tutto escluso. Ad ogni modo, in caso di comparsa di sintomi particolari dopo aver riscontrato punture delle pulci sul proprio corpo, è necessario rivolgersi immediatamente al medico che si preoccuperà di fare tutti gli accertamenti del caso. Generalmente, il medico prescrive l'esecuzione di appositi esami del sangue per evidenziare la presenza di eventuali infezioni e agenti patogeni. In caso di esito positivo, il medico può decidere di intraprendere una terapia farmacologica profilattica al fine di prevenire l'insorgenza di possibili malattie infettive.

Nel caso in cui il paziente abbia già manifestato i sintomi di qualcuna delle malattie che possono essere potenzialmente trasmesse dalle punture delle pulci, invece, il medico provvederà immediatamente a prescrivere trattamenti specifici per contrastare l'agente patogeno responsabile (terapia farmacologia a base di antibiotici e/o antibatterici, antivirali o antiparassitari, eventualmente associata a terapie di supporto e sintomatiche).

Prevenzione

Come si possono Prevenire le Punture delle Pulci?

Il miglior modo di prevenire le punture delle pulci consiste nell'allontanare questi fastidiosissimi insetti dagli animali domestici e dalla casa. A tal proposito, di seguito sono riportati alcuni consigli utili.

  • Dal momento che in ambito casalingo, le larve e le uova delle pulci tendono ad accumularsi nei giacigli degli animali, sui tappeti, sulle moquette, sui divani, sui letti, ecc., in caso di sospetta infestazione, è necessario passare l'aspirapolvere più volte eliminando immediatamente il sacchetto al termine dell'operazione. In aggiunta a questo, sarebbe bene lavare tutti gli oggetti a rischio ad una temperatura non inferiore ai 50°C. Nei casi estremi, potrebbe essere necessario rivolgersi a ditte di disinfestazione.
  • Utilizzare appositi agenti antiparassitari sui propri animali domestici. Benché simili prodotti si possano liberamente acquistare, al fine di garantire un'adeguata protezione dell'animale e di salvaguardarne la salute, la scelta dell'antiparassitario da utilizzare dovrebbe essere effettuata in accordo con il proprio veterinario di fiducia.
  • Evitare che i propri animali domestici entrino in contatto con letti, divani, poltrone, ecc., in particolare, se passano molto tempo all'aria aperta e non sono trattati con idonei antiparassitari.
  • Evitare di frequentare - con o senza il proprio animale domestico - luoghi notoriamente infestati dalle pulci.
  • Mantenere una buona igiene della casa, pulendo accuratamente e frequentemente le potenziali zone a rischio di accumulo di larve e uova delle pulci.
  • Mantenere un'adeguata igiene personale, in particolare, quando si vive con animali.

Cenni sulle Pulci

Le pulci sono insetti appartenenti all'ordine degli afanitteri e facenti parte del gruppo degli ectoparassiti ematofagi temporanei. Questo significa che non vivono perennemente sulla superficie cutanea dell'ospite, ma che lo attaccano nel momento in cui devono nutrirsi del suo sangue.

A differenza di quanto avviene per altri artropodi d'interesse sanitario, non sono solo gli esemplari femminili a nutrirsi di sangue, ma anche gli esemplari maschili. Pertanto, le punture delle pulci sono causate da entrambi i sessi.

Le pulci si presentano come piccoli insetti di colore variabile dal marrone al nero, privi di ali e dotati di tre paia di zampe grazie alle quali riescono a saltare da un luogo all'altro, o da un ospite all'altro.

Fra le specie che possono attaccare l'uomo, ricordiamo: Pulex irritans (pulce dell'uomo)Ctenocephalides felis (pulce del gatto)C. canis (pulce del cane) e Xenopsylla cheopis (pulce del ratto).

Tuttavia, le pulci che solitamente infestano cani e gatti domestici appartengono al genere Ctenocephalides; pertanto, nelle nostre zone, la maggior parte delle punture delle pulci che interessano gli esseri umani sono causate dalle suddette specie.


here

look

rezeptfrei-viagra.com