Impotenza: Cos'è? Cause, Sintomi, Diagnosi, Terapia e Prevenzione di A.Griguolo

Generalità

L'impotenza è l'incapacità di avere e mantenere un'erezione, anche quando è presente un buon desidero sessuale.

https://nisin4.info/imgs/2018/11/02/impotenza-orig.jpeg

Problema abbastanza diffuso tra gli uomini di età superiore ai 40 anni, l'impotenza riconosce cause di tipo traumatico (es: urti violenti al pene), vascolare (es: diabete), neurologico (es: sclerosi multipla), ormonale (es: ipogonadismo) e anatomico (es: malattia di Peyronie); inoltre, può dipendere dall'impiego di certi farmaci (es: diuretici), da condizioni psicologiche (es: depressione) e da determinati comportamenti o abitudini di vita (es: abuso di alcol).
L'impotenza è una condizione medica la cui diagnosi si basa sull'esame obiettivo, sull'anamnesi e, eventualmente, su indagini più approfondite (es: esami del sangue, ecodoppler penieno ecc.)
La presenza di impotenza impone l'attuazione di una terapia causale (cioè una terapia contro la causa scatenante) e, talvolta, di una terapia sintomatica (ossia finalizzata ad alleviare la sintomatologia).

Breve ripasso di cos'è l'Erezione del Pene

Il fenomeno dell'erezione del pene (o erezione peniena) è il risultato di un riflesso spinale, che comporta un maggior afflusso di sangue alle arterie dei corpi cavernosi e, conseguentemente, l'inturgidimento, l'aumento dimensionale e l'elevazione del pene.
L'erezione peniena è una complessa risposta fisiologica, che rispecchia lo stato di eccitazione sessuale maschile e dipende dall'incastro perfetto di fattori vascolari, endocrini (cioè ormonali), neurologici, muscolari ed emozionali.
L'erezione del pene è, di fatto, l'evento che precede l'eiaculazione, ossia l'atto tramite cui l'uomo emette dal pene il liquido seminale necessario alla riproduzione.

Cos'è l'Impotenza?

L'impotenza è l'incapacità di avere o mantenere un'erezione del pene, anche a dispetto di un buon desiderio sessuale.
L'impotenza è un tema molto delicato per la popolazione maschile, perché, in chi ne soffre, è fonte di imbarazzo e può avere un impatto fortemente negativo sul tono dell'umore, sulla relazione con il partner e sulla qualità della vita in generale.
In ambito medico, l'impotenza è conosciuta anche come disfunzione erettile.

Forme di Impotenza

Esistono varie forme di impotenza: c'è l'impotenza caratterizzata dalla totale incapacità di raggiungere un'erezione del pene; c'è l'impotenza contraddistinta da una ridotta capacità di avere un'erezione peniena (in questo caso, il paziente non riesce sempre ad avere un'erezione del pene); infine, c'è l'impotenza contrassegnata da un'incapacità di mantenere un'erezione del pene abbastanza a lungo da avere un'eiaculazione.

Epidemiologia

https://nisin4.info/imgs/2018/11/05/impotenza-ed-eta-avanzata-orig.jpeg

L'impotenza è una condizione comune, specie tra gli uomini di età avanzata.
Sulla diffusione dell'impotenza nella popolazione maschile, le più attendibili indagini statistiche riportano che:

  • Circa la metà degli uomini tra i 40 e i 70 anni lamenta una forma di impotenza;
  • Il 10% circa degli uomini tra i 40 e i 70 anni soffre di una grave forma di impotenza;
  • Il 5-10% degli uomini sotto i 40 anni accusa una forma di impotenza;
  • In Italia, gli uomini con problemi di impotenza sono circa 3 milioni, ossia il 10-15% di tutta la popolazione di sesso maschile.

Cause

L'impotenza riconosce cause di tipo traumatico, vascolare, neurologico, ormonale e anatomico; inoltre, può dipendere dall'impiego di certi farmaci, da condizioni psicologiche e da determinati comportamenti o abitudini di vita.

L'erezione del pene dipende da fattori neurologici, vascolari, ormonali, muscolari e emotivi; un problema a uno o più di questi fattori scatena l'impotenza.

Cause Traumatiche

L'impotenza è dovuta a cause traumatiche, quando scaturisce da:

  • Un urto violento a carico del pene,
  • Un movimento innaturale del pene durante la fase di erezione o
  • Un intervento chirurgico a livello del pene o della prostata.

Per cause traumatiche di impotenza s'intendono i danni che può subire il pene dopo urti violenti a suo carico, movimenti innaturali in fase di erezione o interventi chirurgici a livello del pene stesso.
L'impotenza da cause traumatiche è anche detta impotenza post-traumatica o disfunzione erettile post-traumatica.

Lo sapevi che…

Secondo le statistiche, il 15-25% degli uomini vittime di un trauma alla testa del pene svilupperebbe, qualche tempo dopo l'evento, problemi di erezione.

Cause Vascolari

L'impotenza è dovuta a cause vascolari, quando consegue a una di quelle condizioni mediche che pregiudicano l'apporto di sangue ai vari organi del corpo umano, pene compreso.

https://nisin4.info/imgs/2018/10/22/scarlattina-negli-adulti-fattori-di-rischio-orig.jpeg

Tra le condizioni mediche con le sopraccitate conseguenze, meritano una segnalazione:

L'impotenza da cause vascolari è anche detta impotenza vasculogenica o disfunzione erettile vasculogenica.

Cause Neurologiche

L'impotenza è dovuta a cause neurologiche, quando deriva da quelle condizioni mediche che pregiudicano la salute del sistema nervoso centrale e dei nervi deputati al controllo del pene.
Tra le condizioni mediche in questione, meritano una citazione particolare:

L'impotenza da cause neurologiche è detta più propriamente impotenza erettile neurogenica o disfunzione erettile neurogenica.

Cause Ormonali

L'impotenza è dovuta a cause ormonali, quando dipende da una di quelle condizioni mediche che alterano la produzione degli ormoni coinvolti nel fenomeno dell'erezione peniena.
Tra le condizioni mediche con i suddetti effetti, si segnalano:

L'impotenza da cause ormonali è conosciuta anche come impotenza ormonale o disfunzione erettile ormonale.

Cause Anatomiche

https://nisin4.info/imgs/2018/11/05/impotenza-malattia-di-peyronie-orig.jpeg

L'impotenza è dovuta a cause anatomiche, quando è la conseguenza di un'alterazione anatomica del pene.
La più nota e importante causa anatomica di impotenza è la malattia di Peyronie.
L'impotenza da cause anatomiche è meglio nota come impotenza anatomica o disfunzione erettile anatomica.

Farmaci

L'elenco dei farmaci che possono indurre impotenza comprende: i diuretici, gli antipertensivi, i fibrati, gli antipsicotici, gli antidepressivi, i corticosteroidi, gli anti H2 (o antagonisti dei recettori H2 dell'istamina), gli anticonvulsivanti, gli antistaminici, gli anti-androgeni e i chemioterapici citotossici.

Lo sapevi che…

Gli anti-androgeni sono i farmaci usati per indurre impotenza nei carcerati sottoposti a castrazione chimica.

Condizioni Psicologiche

Il fenomeno dell'erezione del pene risente fortemente delle emozioni e dello stato d'animo di un uomo. Ciò spiega perché la presenza di impotenza può essere correlata a:

  • Depressione o umore basso;
  • Ansia dovuta a disagio, preoccupazione, paura ecc.;
  • Un trauma emotivo conseguente a problemi di relazione, inesperienza sessuale, storia di uno o più abusi sessuali, storia di disturbi o disfunzioni sessuali, inizio di una nuova relazione ecc.

Curiosità

Fino a qualche anno fa, gli esperti ritenevano che circa il 90% di casi di impotenza fosse di origine prettamente psicologica, ma studi recenti in campo neurofisiologico, emodinamico e farmacologico hanno dimostrato che le difficoltà di erezione sono, in almeno il 50% dei casi, correlate a una causa organica (es: una).

Comportamenti e Abitudini di Vita

Tra i comportamenti e le abitudini di vita che possono provocare impotenza, meritano una citazione: l'abuso di alcol, l'eccesso di attività fisica che sfocia in uno stato di stanchezza cronica e l'uso di droghe quali, per esempio, cannabis, eroina e cocaina.

Il ciclismo è causa di disfunzione erettile?

Secondo alcuni studi scientifici, gli uomini che praticano ciclismo per più di 3 ore a settimana tendono a soffrire di impotenza più facilmente degli uomini che non fanno un uso particolare della bici.
La causa delle problematiche d'erezione nei ciclisti sarebbe da ricercarsi nella lunga permanenza sul sellino della bicicletta.

Fattori di rischio

L'elenco dei fattori di rischio dell'impotenza include:

  • L'invecchiamento;
  • Il diabete e le malattie cardiovascolari;
  • Il fumo di sigaretta e il tabagismo in generale;
  • Il sovrappeso e l'obesità;
  • Alcuni trattamenti medici, tra cui la chirurgia prostatica e la radioterapia;
  • Gli infortuni traumatici al pene;
  • L'uso di quei farmaci, riportati in un precedente sottocapitolo, capaci di provocare disfunzione erettile;
  • La presenza di depressione, ansia e altri problemi di natura psico-emotiva;
  • L'abuso di alcol;
  • L'uso di droghe.

Sintomi e Complicazioni

I tipici sintomi dell'impotenza sono:

  • Difficoltà ad avere un'erezione;
  • Difficoltà a mantenere un'erezione;
  • Assenza di tumescenza peniena notturna (N.B: la tumescenza peniena notturna l'erezione peniena spontanea, che ha luogo durante il sonno o al risveglio da esso).

A queste manifestazioni, talvolta, potrebbero seguire altri disturbi, quali, nello specifico, calo del desiderio sessuale (o calo della libido), problemi di eiaculazione (es: eiaculazione precoce, eiaculazione ritardata ecc.) e difficoltà a raggiungere l'orgasmo.

Complicazioni

Quando è incurabile o non è sottoposta ai trattamenti opportuni, l'impotenza può avere serie ripercussioni sulla vita degli uomini che ne sono affetti; infatti, può essere all'origine di:

https://nisin4.info/imgs/2018/11/05/impotenza-complicazioni-orig.jpeg
  • Forte imbarazzo e/o bassa autostima;
  • Problemi di relazione;
  • Incapacità di procreare.

Quando rivolgersi al medico?

L'impotenza costituisce un problema serio, per il quale è bene contattare un medico, quando:

  • Non è sporadica (il che potrebbe far pensare a un problema emotivo temporaneo), ma permanente (ossia l'erezione del pene è sempre difficoltosa);
  • È associata a episodi di eiaculazione precoce o ritardata;
  • Compare in presenza di condizioni mediche come il diabete o qualche malattia di cuore;
  • È associata a una serie di sintomi che inducono a pensare alla presenza di una qualche malattia.

Diagnosi

L'iter di indagini che conduce alla diagnosi di impotenza e indirettamente all'individuazione delle sue cause ha inizio sempre dall'esame obiettivo e dall'anamnesi; tramite l'esame obiettivo e l'anamnesi, infatti, il medico constata le difficoltà di erezione e, sulla base dei sintomi associati e delle caratteristiche del paziente (es: abitudini, stato emotivo ecc.), capisce con quali test individuare i fattori scatenanti.

Per chi lamenta i sintomi dell'impotenza, l'anamnesi si concentra soprattutto su tre aspetti: la vita sessuale, le caratteristiche dei problemi di erezione in atto e la ricerca dei fattori favorenti la condizione.
È soprattutto grazie all'anamnesi che il medico decreta quali test sono utili per individuare con precisione le cause scatenanti.

Possibili Test Diagnostici per Individuare le Cause

Tra i test diagnostici utili a riconoscere le cause di uno stato di impotenza, figurano:

  • Gli esami del sangue. Permettono di individuare cause vascolari (es: diabete) e ormonali (es: ipogonadismo);
  • Gli esami delle urine. Consentono l'individuazione di alcune cause vascolari (es: diabete) e alcune cause ormonali (es: malattia di Cushing);
  • La misurazione dei potenziali evocati (PE) sacrali. È un esame neurologico, che consente di studiare la conduzione elettrica degli stimoli sensitivi e motori che partono e arrivano all'area genitale, attraverso il nervo pudendo e il midollo spinale sacrale.
    In presenza di impotenza, la misurazione dei potenziali evocati sacrali permette di stabilire se la condizione dipende da cause neurologiche;
  • L'ecocolordoppler penieno. Esame indolore, è una particolare ecografia del pene che consente di studiare, talvolta avvalendosi di un farmaco vasoattivo stimolante l'erezione, il flusso di sangue lungo le arterie dei corpi cavernosi.
    In presenza di impotenza, l'ecocolordoppler penieno consente di stabilire se la condizione è frutto di cause vascolari;
  • Una valutazione psicologica. È fondamentale in caso di impotenza dovuta a problemi emotivi o disturbi psicologici.

Terapia

Il trattamento dell'impotenza prevede una terapia causale, ossia una terapia mirata a contrastare la causa scatenante i disturbi di erezione, e, talvolta, una terapia sintomatica, cioè un trattamento finalizzato a facilitare l'erezione e migliorare la qualità della vita sessuale del paziente.

Per poter attuare una corretta terapia causale, è fondamentale, in corso di diagnosi, individuare con precisione la causa dello stato di impotenza.

Terapia Causale

La terapia causale dell'impotenza varia in relazione alla causa scatenante, pertanto è diversa da paziente a paziente.
Ecco alcuni esempi di terapia causale dell'impotenza di particolare interesse:

  • Se l'impotenza dipende da una carenza dell'ormone testosterone (ipogonadismo), il trattamento causale consiste in una terapia ormonale sostitutiva a base di testosterone sintetico.
  • Se l'impotenza scaturisce dalla presenza di diabete, la terapia causale consiste nel controllo accurato, con tutti i farmaci del caso, della glicemia.
  • Se l'impotenza è frutto di una malattia di cuore, il trattamento causale prevede la cura di tale malattia (in questo caso, le opzione terapeutiche sono numerose e variano in base alla patologia cardiaca presente).
  • Se l'impotenza è correlata a tabagismo, abuso di alcol e/o uso di droghe, la terapia causale consiste nel correggere tali abitudini, in favore di uno stile di vita più sano.
  • Se l'impotenza ha cause psicologiche, il trattamento causale può consistere in una forma di terapia sessuale (es: la cosiddetta focalizzazione sensoriale) e/o nella cosiddetta psicoterapia cognitivo-comportamentale.

Terapia Sintomatica

https://nisin4.info/imgs/2018/11/05/impotenza-terapia-orig.jpeg

Utile soprattutto quando la terapia causale non risolve i disturbi di erezione alla radice, la terapia sintomatica per l'impotenza può essere farmacologica oppure chirurgica.
In genere, i medici danno la precedenza ai farmaci, in quanto sono soluzioni efficaci e abbastanza sicure, e si riservano di ricorrere alla chirurgia soltanto nel caso in cui i suddetti farmaci non apportino alcun beneficio.

FARMACI

Tra i farmaci utili agli uomini che lamentano impotenza, meritano una citazione particolare:

  • Gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 (o inibitori della 5-fosfodiesterasi). Potenziando gli effetti dell'ossido nitrico, questi medicinali migliorano l'afflusso di sangue ai corpi cavernosi, di conseguenza anche la capacità di avere un'erezione.
    I più importanti inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 sono: il sildenafil (noto ai più con il termine di Viagra), il tadalafil (commercialmente conosciuto come Cialis), il vardenafil (il cui nome commerciale è Levitra) e l'avanafil (commercialmente noto come Spedra o Stendra).
  • La papaverina. È una sostanza vasodilatatoria in grado di rilassare la muscolatura liscia e aumentare l'afflusso di sangue al pene.
    La somministrazione della papaverina avviene per iniezione intracavernosa (cioè un'iniezione a livello dei corpi cavernosi)
  • L'Alprostadil. È un vasodilatatore, somministrabile tramite iniezione intracavernosa o iniezione intrauretrale (cioè attraverso l'uretra).

CHIRURGIA

La terapia sintomatica chirurgica dell'impotenza consiste nell'impianto di una protesi al pene (detta anche protesi peniena).
Attualmente, esistono molti tipi diversi di protesi al pene; tra questi, si segnalano, in modo particolare, le protesi idrauliche peniene (o pompe idrauliche peniene) e le protesi semirigide peniene:

  • Le prime sono progettate per gonfiarsi grazie a un liquido, simulando molto bene un'erezione fisiologica;
  • Le seconde, invece, prevedono il collocamento, all'interno del pene, di un materiale semirigido malleabile, che garantisce una semierezione costante facilmente mascherabile.

L'Esercizio Fisico può giovare?

Attualmente, è oggetto di studi il potere terapeutico dell'esercizio fisico nei confronti dell'impotenza.
Secondo alcune ricerche – che tuttavia meritano degli approfondimenti – la moderata-intensa attività fisica sarebbe di giovamento.

Prognosi

La prognosi in caso di impotenza dipende dalla curabilità della causa scatenante: se il fattore causale è curabile, la prognosi tende a essere favorevole; se, invece, il fattore causale è incurabile o scarsamente curabile, la prognosi tende a essere negativa o comunque non favorevole.
È importante segnalare che, oggi, grazie ai progressi medici degli ultimi anni, i farmaci contro l'impotenza sono molto più efficaci di un tempo.

Prevenzione

Sicuramente, riducono il rischio di impotenza sani comportamenti come: non fumare, mantenere nella norma il peso corporeo, mangiare cibi sani, non assumere droghe e non abusare di sostanze alcoliche.

L'attività fisica protegge dall'Impotenza?

L'intera comunità medico-scientifica concorda sul fatto che una sana e costante attività fisica riduca il rischio di impotenza, in quanto previene molti fattori di rischio di quest'ultima.

Antonio Griguolo

L'autore

Antonio Griguolo

Laureato in Scienze Biomolecolari e Cellulari, ha conseguito un Master specialistico in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza


Ultima modifica dell'articolo: 19/11/2018

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ